PALESTRA: IGIENE E SANIFICAZIONE

“COME POSSO PULIRE E SANIFICARE GLI ATTREZZI?”

È la domanda più frequente che stiamo ricevendo da un anno a questa parte. I grandi attrezzi della ginnastica spesso sono strumenti elaborati costruiti con materiali tecnici, di conseguenza hanno un valore importante e devono essere trattati con delicatezza.


In questo periodo è più che mai importante mantenere la massima igiene in palestra, anche se è un’ottima abitudine da mantenere anche in futuro. Una palestra pulita diventa un luogo sicuro dove poter trascorrere piacevolmente del tempo sia per gli ospiti che per i lavoratori stessi.

Non solo! Durante le operazioni di pulizia è più facile accorgersi dei guasti, comprendere se è necessaria la manutenzione e riparare per tempo l’attrezzo senza rischiare che si consumi in modo irreversibile.


I materassi GEOGYM™ sono lavabili con acqua e detergenti neutri fino a un massimo di 30 gradi. Per evitare danni o deterioramenti alle superfici non utilizzare solventi chimici aggressivi, prodotti acidi o alcalini, materiali abrasivi e solventi organici; come strumento di pulizia non utilizzare spugne abrasive in filo d’acciaio ma spugne o panni morbidi. Per mantenere una corretta igiene del prodotto è inoltre consigliabile rimuovere il sudore e la magnesia al termine di ogni sessione di allenamento.


Per quanto riguarda gli attrezzi, invece, prendiamo spunto da quelli più prestigiosi del marchio Spieth Gymnastics nostro partner. La casa di produzione tedesca infatti ha elaborato un vero e proprio protocollo denominato “Cleaning Guideline”. La guida non solo mostra i passaggi per la pulizia di ogni singolo attrezzo, ma illustra anche nuove soluzioni studiate appositamente per questo particolare momento con una linea di prodotti denominati “Anti-virus”, suggerisce una suddivisione a zone della palestra per una maggiore organizzazione e addirittura fornisce tabelle di registrazione pronte da stampare.


Insomma prendersi cura della propria palestra non deve essere un’eccezione anti-emergenza, ma una buona azione quotidiana di grande valore che può davvero fare la differenza.

AVETE MAI VISTO QUESTO STRUMENTO IN PALESTRA?

ATTACCHI A PAVIMENTI CERTIFICATI GEOGYM PER UN CAMPO GARA SICURO

Ogni campo gara di Serie A GAM e GAF comprende sei attrezzi a tiranti, ogni attrezzo necessita da uno a quattro punti di ancoraggio per un totale di quindici attacchi a pavimento. Nelle palestre di allenamento possiamo trovarne anche molti di più.

Ma chi garantisce la tenuta dell’ancoraggio a pavimento? Cosa succede quando un atleta esegue un esercizio che sollecita particolarmente la tenuta dell’attrezzo? Quello che è sicuro è che nessuno di noi vorrebbe mai trovarsi di fronte alla scena di un attacco a pavimento che “salta”.

Lo strumento in foto è un dinamometro portatile che effettua prove di tenuta ad estrazione sugli ancoraggi e ha una capacità di tiro fino a un massimo di 2500 kg equivalenti a 25kN con Certificato di Calibrazione secondo la Normativa BS EN 837-1 rilasciato da Hydrajaws Testing Division.

Il nostro ufficio Ricerca e Sviluppo si è appoggiato uno Studio di Ingegneria per definire il criterio che può garantire la tenuta di un attrezzo di ginnastica artistica durante l’utilizzo. Da oggi le prove di carico che eseguiremo con questo strumento verificheranno la tenuta degli attacchi a pavimento con garanzia matematica e certificata per la serenità di tutti gli atleti e tecnici che lavorano in palestra.

Un nuovo importantissimo traguardo raggiunto per il progetto “Palestra Sicura” GeoGym e il servizio di certificazione degli attacchi a pavimento è ora disponibile su richiesta per tutte le palestre d’Italia.

Anche il campo gara della 1° Prova di Serie A1 – A2 – B presso il Palaprometeo di Ancona è stato controllato con riscontro positivo su tutti gli attacchi. Ora possiamo gustarci la gara in pace!

Quanto è importante avere una buca sana e sicura?

La buca paracadute è un’invenzione straordinaria, indispensabile per la preparazione di elementi sempre più difficili, ci permette di spingerci più in alto senza il rischio di farci male, di sbagliare e cadere in sicurezza finché l’esercizio non è pronto.
Insomma fa la differenza per un allenamento completo, ma non tutte le palestre ne sono fornire perché richiede spazio, pulizia e soprattutto manutenzione.

Quanto è importante avere una buca sana e sicura? Quali sono i rischi a cui sono esposti gli atleti quando lavorano in una buca non regolamentare? Scopriamo insieme le ultime evoluzioni.

1. DIMENSIONI

Lo sviluppo della buca varia di palestra in palestra, dipende dalle esigenze tecniche, gli attrezzi a disposizione e dai fattori strutturali del palazzetto. La profondità varia da 1,80 a un minimo consigliabile di 1,20 metri.

2. MATERASSI FONDO BUCA

Come prima cosa sul fondo della buca è necessario creare uno strato omogeneo di materassi, spessore consigliabile di 35 centimetri, privo di dislivelli. Il volume del poliuretano utilizzato per l’imbottitura è importante per questo è fondamentale che sia certificato per la reazione al fuoco, come la fodera che deve rivestire integralmente ogni modulo.

3. BORDO BUCA

La protezione a “L” utilizzata per coprire tutto il perimetro del bordo ha una funzione fondamentale. Niente è più pericoloso dello spigolo di cemento che sporge verso la zona di lavoro, inoltre capita spesso di cadere per errore sul bordo durante un esercizio ad alta velocità. La protezione deve avere un’imbottitura a densità altissima (non meno di 80 kg/mc) e un’alta portanza per garantire l’assorbimento necessario dell’urto. Deve essere rivestita e saldamente tassellata sia al pavimento che al muro interno alla buca.

4. CUBOTTI

Infine è il momento di posizionare i cubotti, spesso erroneamente sostituiti con trucioli di poliuretano di varie forme e dimensioni con miscugli di densità diverse e soprattutto non certificati FR! In questi anni abbiamo osservato qual è il formato ideale che i direttori tecnici hanno apprezzato maggiormente: la dimensione più usata è 20×20 centimetri densità 30 kg/mc obbligatoriamente certificato al fuoco in classe 1IM. Il cubotto rimane comunque poliuretano grezzo non rivestito, lo sgretolamento naturale è un processo inevitabile, tuttavia è stato notevolmente ridotto grazie allo speciale formato a spigoli arrotondati di GeoGym!

5. PULIZIA E MANUTENZIONE

La buca deve essere completamente svuotata e pulita muniti di aspiratore almeno una volta l’anno. Polvere, carbonato di magnesia e briciole di poliuretano trattato FR a lungo andare si accumulano sul fondo e, se inalati, possono rivelarsi dannosi per la salute. Durante questa operazione è necessario osservare lo stato strutturale interno, soprattutto nel caso di buca sopraelevata, eventuali danni dovuti all’utilizzo devono essere immediatamente riparati per continuare a lavorare in sicurezza.

6. IL FUTURO

Il nostro ufficio Ricerca&Sviluppo sta lavorando a un progetto per rivestire uno ad uno i cubotti per la buca con un materiale certificato facile da applicare, che permetterà di contenere le polveri create dallo sgretolamento dei cubotti per avere una buca ancora più sana e facilitare la pulizia e la manutenzione. Vi aggiorneremo presto sui prossimi sviluppi.

ATTENZIONE ALLE DENSITA’
Spesso ci si orienta tra i vari prodotti sul mercato scegliendo in base alla densità utilizzata, tuttavia è importante sapere che la densità identifica un poliuretano solo in linea di massima, trascurando importanti fattori che ne influenzano notevolmente la risposta, l’elasticità e la deformazione. Le materie prime che utilizziamo per i prodotti GeoGym sono accuratamente selezionate dall’occhio esperto di Bombè srl, leader italiano storico nella trasformazione del poliuretano espanso.

BUCA SICURA GEOGYM – Il paradiso della ginnastica a Meda

La società

L’A.S.D. Ginnastica Meda è una delle società più titolate d’Italia, operativa dal 1973, con grande orgoglio della Federazione, ha prodotto risultati straordinari in campo regionale, nazionale, internazionale e mondiale, fino alla medaglia d’oro Olimpica: Atene 2004 con Igor Cassina.
Meda vanta 58 titoli italiani tra cui 11 scudetti di Serie A, 22 medaglie internazionali (europei, mondiali, olimpiadi) e la creazione dei movimenti “Cassina” e “Morandi” inseriti nel codice internazionale mondiale.
Maurizio Allievi, anima di questa società, ex ginnasta nazionale, ex giudice internazionale, inizia la sua carriera come allenatore della Ginnastica Meda nel 1980 e a seguire diventa un importante tecnico super medagliato, partecipando a cinque olimpiadi.

Esigenze della palestra

Dopo 48 anni di attività l’esigenza di una riqualificazione degli ambienti della palestra e un ammodernamento tecnico dell’attrezzatura diventano fondamentali perché le future promesse possano seguire le orme dei grandi campioni.
Il sindaco del Comune di Meda e l’assessore dello sport regione Lombardia mostrano grande sensibilità verso il valore che porta la ginnastica medese al territorio e decidono di contribuire per rimettere a norma i 110 mq della buca paracadute con un allestimento completo da cima a fondo.

La proposta di GeoGym

La qualità del prodotto, l’utilizzo di materiali performanti e l’impatto estetico dell’allestimento proposto da GeoGym per la buca paracadute vince la selezione e risulta il migliore per l’importanza dell’obiettivo. Preso l’incarico il nostro staff si adopera con velocità ed efficienza per effettuare i sopralluoghi, i rilievi delle misure, lo svuotamento e la pulizia dello spazio. In meno di un mese vengono prodotti i 110 mq di materassi fondo buca con imbottitura ignifuga completamente rivestita da posizionare sul fondo. L’ufficio tecnico progetta ad hoc la protezione angolare per ricoprire gli 85 metri lineari del perimetro bordo buca con un prodotto altamente performante, ma dalle linee sinuose e il colore della grinta e della passione, il rosso GeoGym. Infine 100 metri cubi di cubotti ignifughi con spigoli arrotondati antistrappo vengono versati nella vasca per completarne l’allestimento.

Risultati

A.S.D. Meda torna a essere il paradiso della ginnastica con una palestra da favola e una straordinaria e soprattutto sicura buca da allenamento. Una nuova “missione compiuta” per il nostro staff con il riconoscimento ufficiale del presidente della Società Sig. Angelo Buraschi e il ringraziamento da parte del consiglio direttivo. Dopo questa partenza esplosiva la nostra collaborazione con la Società ha in serbo grandi sorprese e un futuro luminoso.

Cosa ne pensa il direttore tecnico

Sul lavoro svolto per la società Ginnastica Meda, Maurizio Allievi afferma: «Mi sento di dire che la buca dell’A.S.D. Meda, per tipologia e per com’è stata realizzata, è la migliore d’Italia. La stiamo utilizzando con atleti piccoli e grandi e stiamo ottenendo dei grandissimi risultati. La struttura garantisce un’ottima protezione, segno che il lavoro è stato svolto da GeoGym con grande attenzione e cura.»

 

 

Leggi l’articolo su “Il Giorno”

PALESTRA SICURA GEOGYM – Il gioiello di Cremona

La società

Gymnica Cremona è una Società di ginnastica artistica che nasce nel 1986 grazie alla passione di Daniele Tolomini, Sonia Rossi e Francesca Uggeri. Fulcro della ginnastica cremonese, fin dall’inizio si è posizionata come una delle Società più attive della Lombardia.

Esigenze della palestra

La Società desidera crescere e decide di investire per consentire ai propri ginnasti di eseguire delle performance sempre migliori. L’esigenza è quella di innalzare ancora di più il livello di sicurezza della palestra, offrire attrezzature all’avanguardia e migliorare l’appeal estetico degli ambienti.

La proposta di GeoGym

Fin dal primo incontro, abbiamo lavorato insieme al cliente per studiare e realizzare le soluzioni più adatte allo spazio disponibile e alla logistica dei tecnici all’interno della palestra. Innanzitutto abbiamo allestito la buca paracadute: ci siamo occupati di installare la protezione angolare del bordo buca, rivestire il fondo e inserire i nostri caratteristici cubotti con spigoli arrotondati (per limitarne lo sgretolamento). Abbiamo poi risistemato le protezioni del trampolino elastico e del castello anelli all’interno della buca. Infine, abbiamo creato su misura le zone arrivo degli attrezzi realizzate con i materassi della nostra Linea Professional, conformi alla Norma Europea UNI EN 12503 “Materassi per ginnastica – requisiti di sicurezza”.

Risultati

Gymnica Cremona è oggi una “Palestra Sicura” partner di GeoGym.
Grazie ai colori, al design e alla cura dei dettagli che caratterizzano i nostri prodotti, la palestra ora ha un notevole impatto estetico, un vero “gioiello” di palestra.
Se desiderate avere maggiori informazioni riguardo alla progettazione della vostra palestra per diventare una nuova “Palestra Sicura” GeoGym, con la possibilità di usufruire di condizioni agevolate e accesso privilegiato a tutti i nostri servizi, non esitate a contattarci!

Cosa ne pensa il presidente

Daniele Tolomini afferma che: «Lo studio per la realizzazione della palestra è stato condotto di comune accordo tra i tecnici GeoGym e i tecnici di Gymnica. È stata un’ottima collaborazione, che ci ha permesso di arrivare a un risultato eccellente, nonostante la palestra non sia particolarmente grande. Con una singola buca abbiamo realizzato l’arrivo di ben sei attrezzi! I ginnasti sono veramente entusiasti sia dei nuovi attrezzi, che dei colori vivaci che attirano anche i più piccoli. Ora la palestra è caratterizzata da tante piccole accortezze, studiate e progettate insieme ai nostri tecnici nel minimo dettaglio, un vero gioiello con un impatto estetico molto forte. L’esecuzione del progetto, dalla produzione al montaggio, è stata ottima, siamo contenti anche dei materiali utilizzati. Sicuramente continueremo a essere clienti GeoGym.»

 

 

 

Società Fratellanza Savonese “Palestra Sicura” GeoGym al TGR Liguria

Il tema della sicurezza in palestra è il fulcro attorno al quale verte tutto il nostro lavoro.
Dopo l’arrivo della Linea Professional certificata secondo la Normativa Europea “Materassi per lo sport – Requisiti di sicurezza” è nato il progetto “PALESTRA SICURA”.

Ad oggi, sono molte le palestre italiane che ci hanno scelti per la progettazione dei loro spazi e allestimento con prodotti certificati trasformandosi in “Palestre Sicure” certificate GeoGym.

Una di queste è la società Fratellanza Ginnastica Savonese, attiva ininterrottamente dal 1883, Medaglia d’Oro al Merito Sportivo (CONI) e scuola di ginnastica riconosciuta dalla FGI. Lo scorso 14 novembre, il TGR Liguria ha dedicato un servizio a questa società storica, che ha dato vita a tutti gli sport savonesi. Potete riguardare il servizio a questo link, dal minuto 10:15.

È evidente quanto la società abbia investito sulla sicurezza degli atleti, in modo da poter garantire allenamenti sempre sicuri. Con la sinergica collaborazione tra i tecnici della società e i tecnici GeoGym, la palestra è stata riprogettata e allestita con i materassi più idonei a seconda delle tipologie di esercizi svolti, con preciso riferimento alle linee guida della normativa Europea UNI EN 12503.

La società Fratellanza Ginnastica Savonese è oggi una “Palestra Sicura” partner di GeoGym. Se desiderate avere maggiori informazioni riguardo per riprogettare la vostra palestra e diventare nostri partner, usufruendo così di condizioni agevolate e accesso privilegiato a tutti i nostri servizi non esitate a contattarci.

CONTATTACI